PRIORITÀ ALL’ENTRATA IN GOVERNO

  • avvicinare l’Amministrazione cantonale e in particolare le Istituzioni al cittadino
  • incrementare il numero di uffici delocalizzati
  • aumentare e migliorare i servizi e le prestazioni fornite
  • rivedere il ruolo del funzionario dirigente e il suo modo di proporsi
  • migliorare la soddisfazione dei collaboratori sul posto di lavoro
  • razionalizzare e aggiornare infrastrutture e logistica dei vari servizi
  • attualizzare il modo di lavorare con moderni strumenti
  • promuovere la digitalizzazione dei servizi favorendone la fruizione da parte del cittadino

RESTROSPETTIVA LEGISLATURA 2011-2015

  • Nella legislatura 2011-2015 sono stati raggiunti diversi obiettivi operativi e politici, in particolare:
  • abbiamo rafforzato i controlli in materia di immigrazione
  • abbiamo implementato la strategia per la gestione dei nomadi sul territorio cantonale
  • abbiamo aumentato il senso di sicurezza oggettivo e soggettivo percepito dalla popolazione
  • abbiamo attuato la volontà popolare sul divieto di dissimulare il volto negli spazi pubblici
  • abbiamo aumentato il presidio del territorio in materia di sicurezza
  • abbiamo difeso il ruolo del Cantone Ticino nelle relazioni con Berna e l’Italia
  • abbiamo riorganizzato i servizi aumentandone l’efficacia e l’efficienza
  • abbiamo garantito servizi di qualità su tutto il territorio cantonale

RESTROSPETTIVA LEGISLATURA 2015-2019

Nel periodo 2015-2019 sono stati portati a compimento alcuni diversi importanti dossier, ottenendo risultati molto positivi e apprezzati.

Affari dipartimentali

  • approfondimento dei contatti e dei rapporti con Berna, attraverso l’impegno diretto nei comitati intercantonali (CdC, CCDGP, CGMPS)
  • approfondimento dei contatti e dei rapporti con l’Italia, attraverso l’impegno nella Regio Insubrica
  • digitalizzazione dei processo lavorativi e migliore accessibilità ai servizi, con riduzione di costi e tempi
  • miglioramento dei rapporti tra Cantone e Comuni, attraverso il dialogo e misure puntuali
  • attuazione della Legge sull’ordine pubblico e contro la dissimulazione del volto in pubblico

Polizia cantonale

  • collaborazione a vari livelli istituzionali con altri Cantoni
  • collaborazione con Fedpol e autorità estere
  • creazione della Centrale comune di allarme (CECAL)
  • ulteriore diminuzione dei reati e degli incidenti
  • campagne di sensibilizzazione “Strade sicure”, “Acque sicure” e “Montagne sicure”
  • comunicazione di prossimità a vantaggio dei cittadini
  • progetti portati a compimento in tempi brevi
  • un Ticino più sicuro e accogliente per i nostri cittadini

Divisione della giustizia

  • riorganizzazione parziale della Divisione
  • creazione Sezione dei registri
  • potenziamento capacità di analisi e gestione dei fallimenti
  • riorganizzazione delle strutture carcerarie e implementazione misure interne
  • analisi e proposte per la riorganizzazione Autorità regionale di protezione (ARP)
  • focus sul tema della violenza domestica, con l’avvio di misure operative e piani strategici

Sezione degli enti locali

  • pubblicazione del Piano cantonale della aggregazioni
  • proseguimento dell’iter delle aggregazioni
  • affinamento del progetto Ticino 2020
  • valorizzazione dei Patriziati
  • nuova strategia di vigilanza e consulenza per i Comuni ticinesi

Sezione della circolazione

  • implementazione dei nuovi servizi (amministrazione e diagnostica) con riduzione di tempi e costi
  • digitalizzazione e aperture prolungate degli sportelli
  • revisione dell’imposta di circolazione

Sezione della popolazione

  • riorganizzazione dell’Ufficio della migrazione
  • richiesta del casellario
  • gestione attiva delle segnalazione e decisioni negative in caso di precedenti penali o abusi sociali
  • supporto costante alle autorità di polizia e federali nelle procedure di allentamento di stranieri che mettono in pericolo la sicurezza nazionale

Sezione del militare e della protezione della popolazione

  • affinamento del progetto stand di tiro del Monte Ceneri
  • nuova generazione dei rifugi della Protezione civile a favore dei Comuni
  • nuova Legge cantonale Protezione della popolazione
  • nuovo materiale e nuovo concetto formazione per le organizzazioni di Protezione civile
  • giornata informativa delle donne in vista del reclutamento

OBIETTIVI LEGISLATURA 2019-2023

ll momento di grande instabilità che stiamo attraversando ci impone di porre la massima attenzione su alcuni assi di intervento.

SICUREZZA: garantire l’adeguata protezione di persone e beni sull’intero territorio cantonale

IDENTITÀ: difendere i nostri valori e la nostra cultura

LAVORO: offrire opportunità di impiego in maniera adeguata a tutti

ECONOMIA: aumentare la competitività del nostro territorio, riducendo gli oneri burocratici

SOCIETÀ: sviluppare una visione dello Stato più moderna e in sintonia con il cittadino

RAPPORTI ISTITUZIONALI: rafforzare e approfondire le relazioni tra Cantone e Comuni, con Berna e tutti gli altri Cantoni, così come con l’Italia